Articoli

Pink run: Ma che ci facevo li?

Pink run. Io non ne avevo mai sentito parlare prima di due mesi a questa parte. Ma cos’è?

E’ una corsa non competitiva rivolta alle sole donne, il cui unico obiettivo è quello di fare del bene, raccogliendo fondi a favore di associazioni Onlus. Il bello di questa corsa, che ha un percorso di 8 km è il fatto che si svolga all’interno del centro storico di Padova, con partenza dal Prato della Valle.

E fino a qui, tutto bene. Ma io che c’entro con tutto questo?

Mettiamo caso che tu sia l’anti sport in persona, ed in questa descrizione mi ci ritrovo alla grande. Che per quanto tu abbia provato non hai mai amato minimamente la corsa, e che tutte le volte che ci hai tentato dopo un paio di km di annoiavi di brutto, per poi rinunciare e tornartene a casa.

Mettiamo pure caso che un bel giorno qualcuno non si sa come ti convince a partecipare ad una 8 km, che è oltretutto per una buona causa, ed è composta da sole donne.

Poco importa, rinunci perché tu la corsa la odi.

Ma metti caso, che colei che ti ha fatto la proposta, sia una di quelle persone speciali che poche volte incrociano la tua strada nel corso della tua esistenza, allora che fai?

Bhè, ti fai contagiare dal suo amore per la vita e dal suo entusiasmo e ti lasci trascinare dagli eventi.

E non sei l’unica!

Ieri alla partenza eravamo in 11 pazze, con le nostre coroncine di fiori in testa rigorosamente in tinta. E dopo i vari tentennamenti e difficoltà nell’incontrarci per gli allenamenti, alla fine eravamo la.

E vi dico la verità, neanche in quel momento ero davvero convinta, fino a che non siamo arrivate al traguardo tutte assieme e per mano. L’emozione è stata indescrivibile.

La forza di noi donne, ragazze, e mamme. Celebrata in una giornata simbolo per noi.

Al prossimo anno Pink amiche!