Articoli

Vita alta: 15 idee outfit per portarla al meglio

Parliamo della tanto amata, ammirata e osannata moda a vita alta. Troppo spesso ci piace, ma solo sulle altre donne, forse perché non abbiamo il coraggio di portarla.

Chi di voi, in un attimo di propria impavida sicurezza personale, non ha acquistato almeno un capo con queste caratteristiche, per poi relegarlo il più delle volte nel proprio armadio?

Per quanto mi riguarda devo dire: PRESENTE!

Perché, soprattutto per quanto riguarda i pantaloni, spesso è difficile sentirsi a proprio agio, una volta che abbiamo avuto il coraggio di indossarli.

Ma possiamo portarla tutte la vita alta?

La risposta, come è immaginabile, è NO.

Una caratteristica su tutte è imprescindibile: E’ necessario avere la vita abbastanza stretta, altrimenti il risultato non sarà per niente piacevole, in più il rischio è di risultare poco aggraziate, insomma, un vero disastro!

Su tutte, sono le donne con la forma del corpo che ricorda una clessidra, ad essere le migliori candidate per questo tipo di look, soprattutto per quanto concerne i pantaloni a vita alta. Ma non è tutto perduto, una gonna con taglio ad A oppure a palloncino, oppure un pantalone a palazzo che tende a non segnare troppo i fianchi: Possono essere indossati anche dalle meno magre, facendo attenzione alle giuste proporzioni.

Qualche esempio?

Le meravigliose donne in queste foto hanno interpretato a loro modo lo stile vita alta, giocando con la morbidezza dei tessuti ed i tagli e le geometrie dei capi. Promosse!

Ma come portare ed abbinare al meglio i capi a vita alta?

Rispondo a quest’ultima domanda con 15 idee outfit che a mio parere sono perfette ed assolutamente da copiare!

firma post

 

 

 

 

 

Come organizzare i nostri prodotti make-up senza spendere una fortuna

 

Oggi vorrei affrontare un argomento che molto sta a cuore a noi donne, a noi fanatiche del make-up, che ci ritroviamo in continuazione rossetti ed ombretti vari in giro per la casa, in macchina ed ovviamente sparsi di qua e di la anche nelle nostre borse.

Io stessa sono una delle testimonial indiscusse di questi misfatti, e sono di conseguenza cresciuta man mano facendomi largo tra i miei vari prodotti beauty, sparsi in giro per la casa. Fino a quando un giorno ho detto finalmente basta ed ho deciso di organizzare come si deve tutti i miei averi e tutti i miei strumenti di bellezza.

Come?

Ho semplicemente deciso di sfruttare un po’di spazio nella mia camera, che in realtà non è moltissimo, e di acquistare una utilissima toletta. Una volta fatto questo ho acquistato qualche organizer e alcune cassettiere per avere sempre tutti i miei prodotti in ordine ed a portata di mano. Ma procediamo con ordine:

Partiamo dalla toletta, io ne ho acquistata una non molto grande all’Ikea, provvista di specchio e già di qualche spazio per poter inserire i primi prodotti. Al momento nel negozio ci sono 3 modelli acquistabili, 2 in stile moderno ed uno un po’ più retro.

Sono tutti e tre molto validi a mio parere quindi non vi resta che scegliere quello piú adatto ad i vostri gusti ed alle vostre esigenze.
Una volta acquistata la toletta però, se come me di trucchi ne avete veramente parecchi, dovrete per forza procedere all’acquisto di qualche organizer.

Ed anche in questo caso Ikea ci viene incontro con qualche prodotto che può fare al caso nostro, eccovi un paio di esempi.


In più se ancora non siete soddisfatte su Amazon oppure anche su Ebay si trovano un infinità di organizer per make-up ad ottimo prezzi, date un occhiata a questi ad esempio:

cf948f607ba00eb1c540c9ef20bc16cc cf2ef233443d6cd689c849b2f5e64d45 bcd861f53cab5d690304ee797454cc98 134ae6d58b834dc0cb9c33dae748c3c4 75c30b9e302072bd9551870009667dee

Particolare attenzione vi consiglio di darla ad i vostri pennelli, devono essere messi su appositi bicchieri, abbastanza alti e riempiti con qualcosa che li faccia stare bene dritti. Saranno più facili da riconoscere e prendere e le setole vi ringrazieranno di certo. Potete acquistare della sabbietta anche colorata oppure delle semplici palline che si utilizzando per decorare i vasetti di fiori.

Una volta organizzato il tutto, non dovete dimenticare che dobbiamo pur sederci nella nostra nuovo toletta, qui di un piccolo pouf è l’ideale a tal proposito!

Ultimo consiglio?

Mi raccomando le luci,sceglietele a luce bianca, il piú naturali possibile, se poi acquistate uno specchio che ne é provvisto, meglio ancora!

Ci vediamo domani!❤️

f9c118c87d6b41befee6727b2de87202 a5b8e546bb9fa6af53b7386811e0737a 2951682ec59bd07ef3e780f71fece46d 93250d3daf16c75a9a32d3b470580164 8b9c7a79d25e0294a07b7d599a3b718e 1a403985dc7fbc35888082c246a2503a 0d62589eff0d59931a11309cff64d508

Waist training: Come ottenere un punto vita sottile, ma a che prezzo?

Chi di voi non ha mai sentito parlare di Waist Training? Immagino che conosciate un po’ tutte, chi più e chi meno questo recentissimo metodo di allenamento, il quale promette (se seguito con vera e propria costanza!!) un punto vita a prova di ballerina di burlesque.

Ma la domanda è: Funziona? O meglio, ne vale davvero la pena?

Ma andiamo con ordine…

Nell’ultimo periodo ho sentito molto parlare del “waist training” o “corset training”. La parola allenamento però è fuorviante. Si tratta infatti di una pratica che permette – con la costanza – di modificare la forma del proprio corpo.

In questo caso l’obiettivo è quello di modificare il giro vita, indossando un corpetto molto stretto (e circondato da bacchette di plastica o metalliche) per molte ore al giorno.

Su blog specializzati in questa materia, ho capito che non si tratta di un modo per perdere peso, bensì ad accentuare la forma a clessidra del corpo. Certamente avere lo stomaco “costretto” da questa presa fa diminuire lo stimolo della fame, ma si tratta solo di un effetto collaterale. Mentre è abbastanza assodato che questa costrizione esterna, alla lunga, provoca lo spostamento degli organi interni, che si devono adattare alle nuove forme.

E da qui la mia domanda, sul fatto che ne valga realmente la pena oppure no.

Devo confessarvi che ho provato a indossarlo per qualche giorno, e ho anche accennato qualche esercizio ginnico. Ma personalmente non credo sia una cosa adatta a me.

Certo, mi piacerebbe modellare il mio corpo in un certo modo, ma credo per questo di avere almeno due alternative a disposizione. La prima è un po’ di attività fisica: che sia in palestra o all’aperto (il buon vecchio jogging!), è sempre la soluzione ideale. La seconda, per me, è il mestiere di mamma! Correre dietro due bambini di 5 e 3 anni è l’attività brucia-grassi per eccellenza!

E se non avrò i fianchi di una ballerina di burlesque, poco importa: ho quelli di una mamma felice!

 

punto vita perfetto (4)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

waist training

punto vita perfetto (6)

Punto vita perfetto

Pantaloni a coulotte, la praticità e i mille usi di un capo che resiste alle mode

Non sono shorts, non sono gonne, non sono pantaloni lunghi né pinocchietti. Sembrava una moda passeggera del 2015, ma questo capo sta resistendo al tempo e alle mode, imponendosi anche per la primavera-estate 2016. Oggi indosso un modello di Zara, a righe bianche e nere (e le righe servono sicuramente a slanciare un pantalone dal taglio atipico), abbinato a un corpetto nero molto scollato sempre di Zara.

È proprio la loro versatilità a colpirmi. Con l’abbinamento che vi propongo riescono a creare un look sexy senza la necessità di mostrare troppo. Ma con gli accessori gusti, possono diventare un capo molto romantico o – per le più giovani – anche sbarazzino e divertente.

Il vero segreto dei pantaloni a coulotte è però la comodità. Sono eleganti senza essere impegnativi, sono pratici senza essere sciatti. Tra le erbacce e i pavimenti sconnessi della magnifica casa abbandonata in cui abbiamo scattato le foto, mi sono mossa con facilità e naturalezza. Pensate dunque nella vita di tutti i giorni, prendendo i bimbi a scuola o incontrando le amiche per un aperitivo: un capo passepartout per essere all’ultima moda!

Credits:

Ph. Andrea Mangoni http://andreamangoniphoto.blogspot.it/

Body: Zara

Pantalone: Zara

Sandalo: Boohoo

Rossetto: Ruby Woo MAC

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Giacca camo e look verde militare

Visto le indecisioni meteorologiche degli ultimi giorni, non sono ancora entrata nell’ottica di indossare colori prevalentemente caldi e primaverili. Non del tutto più che altro.

Poi, essendo io una super amante del verde militare e delle stampe Camo in genere, faccio davvero molta fatica a vedere la mia adorata giacca o le mie amate/odiate décolleté  in armadio e a non abbinarli un qualche look.

Io lo adoro questo colore, che posso farci?

Lo so che a volte un abbinamento in tinta dalla testa ai piedi può apparire un attimino azzardato, ma sono dell’idea che se mescolato nel modo giusto, e senza esagerare, l’effetto finale sia comunque molto particolare e d’effetto.

Ho deciso di sdrammatizzare il tutto con jeans strappati, questi sono addirittura jeggings, quindi anche molto comodi.

I capi mimetici poi sono perfetti per essere accostati anche ad un look da sera e più ricercato, in modo da stravolgere il tutto con qualcosa di inaspettato, perché no!?

E poi, con quali tonalità è che non sta bene questa stampa? Nessuna direi.

 

military outfit post

military outfit post

military outfit post

military outfit post

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

outfit verde mimetico

Giacca: Pull and Bear

Top: Bershka

Jeggings: Calzedonia

Decolletè: Barca Stores

Ph. Andrea Mangoni http://andreamangoniphoto.blogspot.it/

Urban style: Perché possiamo essere femminili anche con un paio di sneakers ai piedi

Ormai chi mi segue da un po’ dovrebbe averlo capito, mi piace giocare con gli stili ed i vestiti. Mi piace mostrare spesso una versione diversa di me, seppur sempre in linea con ciò che sono io.

Quindi se mi vedete passare da un look super romantico con tacco 12, ad uno decisamente più urban e basico, non vi spaventate, sono sempre io nelle mie mille sfaccettature. E mi sto divertendo di brutto, come sempre d’altronde!

E poi, tutti quelli che sono convinti che una donna con una semplice sneaker bassa non sia femminile, davvero ci credono ancora al fatto che l’abito fa’ il monaco?

Io no di certo.

Dal mio punto di vista la moda è un parco giochi un po’ pazzo, un arcobaleno di colori da mescolare e rimescolare  ed un insieme di umori e sensazioni spesso contrastanti ed opposte.

In poche parole, se la amate fino in fondo trovate il coraggio di sperimentare, e di giocarci ogni tanto.L’importante è sentirsi a proprio agio.

La femminilità invece, è un modo di essere, che viene sempre e comunque da dentro di voi. A prescindere da come siete vestite.

O sbaglio?

firma post

” Non dimenticare: due cose non conoscono limiti, la femminilità e i modi di abusarne”

 

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

the ladybug's beauty

TLB-02-20160517-12

Cappello: Adidas Original

Top: She Inside

Pantalone: Stradivarius

Scarpa: Adidas Superstar

Ph. Alvise Busetto http://www.alvisebusetto.it/

Outfit Total white + Camel: Ma sono solo io che non trovo più niente da mettermi?

Non so voi, ma ultimamente nei miei vari giretti di shopping torno spesso a casa a mani vuote, oddio proprio vuote vuote no, ma con pochi acquisti si.

Normalmente aspetto con ansia questo periodo dell’anno, per poter fiondarmi nei vari negozi ed acquistare svariati outfit primaverili, come vestitini svolazzanti, magliettine e top dai tessuti leggeri e gonne, gonne a volontà.

Non so cosa sia successo quest’anno agli stilisti, ma faccio veramente fatica ad innamorarmi a prima vista delle nuove collezioni, ma anzi, per la primissima volta ho la necessita di sforzarmi un po’ per cercare qualcosa di interessante.

Ma è solo a me, che non piace quasi niente?

Di sicuro un punto fermo su tutti c’è, ed ha visto tutti i marchi d’accordo:

BIANCO, BIANCO ED ANCORA BIANCO.

Ogni negozio, ogni boutique delle nostre città o dei centri commerciali, ha il suo angolino/parete dedicato a questo colore. Non manca mai, è ovunque.

Non è sempre facile da portare, perché come sappiamo, il bianco non perdona!

Ma detta sempre e comunque il suo perché, in ogni outfit ed abbinato a qualsiasi colore.

Oggi l’ho abbinato al color cammello, ho riproposto questo cappottino smanicato che ho acquistato tempo fa da Zara, che utilizzo tuttora visto che il tempo è spesso incerto in alcune giornate.

A parte il cappottino, che total white sia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

p3

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Maglia: Forever 21

Jeans: Calzedonia

Cappello: Parfois

Sandalo: New look

Cappotto: Zara

Ph. Andrea Mangoni http://andreamangoniphoto.blogspot.it/

In forma prima dell’estate? Con la bikini body guide si può!

Finalmente riesco a riprendere le redini del mio blog ed a ricominciare con la mia routine! Come ho accennato nei social, ho avuto qualche problema di salute negli ultimi giorni, che non mi hanno permesso di seguire il mio sito come avrei dovuto, ma che anzi non mi hanno dato la possibilità di pubblicare nuovi articoli.

Oggi finalmente si riparte con il solito tram tram di post vari e consigli, vi parlo di un metodo di allenamento che a me ha letteralmente cambiato la vita.

Quindi se visto l’arrivo della primavera vi state iniziando a domandare se esista o meno un metodo adatto ad arrivare preparate alla prova costume, per quelle che ancora non lo sanno dico: Si, esiste!

Parlo della famosissima Bikini body guide. Una guida di fitness redatta da una personal trainer australiana che risponde al nome di Kayla Itsines.

La guida di per se è molto semplice da seguire ma allo stesso tempo molto tosta, ci vuole costanza e moltissima forza d’animo, ma se avrete la volontà giusta potrete ottenere risultati incredibili.

L’anno scorso l’ho seguita e devo dire che sono stata super sorpresa dei risultati ottenuti, ed ora ho deciso di ricominciarla un altra volta in vista dell’estate.

Moltissimi di voi ovviamente la conoscono bene, ma se qualcuno ancora non ne ha sentito parlare, scrivetemi pure e sarò felicissima di rispondere a tutte le vostre domande.

E che l’allenamento abbia inizio!

Bikini body guide bloggerBikini body guide bloggerBikini body guide bloggerBikini body guide bloggerBikini body guide bloggerBikini body guide bloggerBikini body guide bloggerBikini body guide blogger

 

Smokey eyes intenso con labbra nude (VIDEO)

Come avevo annunciato proprio ieri, ho deciso di inaugurare una nuova tipologia di post make-up integrando all’interno anche dei video tutorial, in modo che sia molto più semplice capire i prodotti che utilizzo ed allo stesso tempo per me più immediato spiegarmi.

Oggi video tutorial su un trucco che ultimamente sto facendo spesso, quindi in un certo senso a parte la base viso, si può dire che sia come un mio “everyday make-up”, cioè quello che sto facendo quasi sempre.

E’ uno smokey eyes molto intenso con però labbra naturali, proprio la tipologia di trucco che prediligo.

Vi elenco i prodotti che ho utilizzato e vi lascio al video, buon weekend!

 

Fondotinta: Matchmaster MAC

Cipria: Mineralize MAC

Correttore: Studio finish MAC

Primer occhi: ESSENCE

Ombretto nero con glitter: Palette All about grey ESSENCE

Ombretto palpebra fissa: Bitter palette VICE 4 URBAN DECAY

Matita nera: DEBORAH

Ombretto per sfumare: Delete palette VICE 4 URBAN DECAY

Eyeliner: SEPHORA

Terra per contouring: Palette Feel sculpt BELLA OGGI

Mascara: Better than sex TOO FACED

Blush: Colorful SEPHORA

Rossetto: NYC

Black and white, baby!

Siamo sempre alle solite, continuano ad essere questi due colori i vincitori morali in ogni stagione ed occasione.

Si perchè con lo stile black and white non si sbaglia, mai! Abbinati assieme sono un vero e proprio passpartout per ogni evenienza, soprattutto per quei momenti (e sono tanti!) in cui l’indecisione di noi donne prende il sopravvento, e non abbiamo la minima idea di cosa indossare.

La soluzione?

Semplice, outfit bianco e nero. Elegante. Sofisticato. Intramontabile

Praticamente, impossibile sfiguare!

Per quanto riguarda le foto che seguiranno questo post, ho deciso di creare un accostamento a questa gonna che fa’ parte della nuova collezione di Zara, che è troppo mia.

Come miei sono i Dr. Martens che ho deciso di abbinare, perché diciamocelo, per quanto io tenti di essere piú femminile, e mi stia forzando di sembrare ( e sentirmi ) un po’ più donnina, la realtà é che é questo lo stile che piú mi rappresenta, questa sono io❤️.

Prima di salutarvi, vorrei annunciarvi qualche piccola novitá che in teoria vedrete molto molto presto sul blog, ho iniziato a fare dei video tutorial per quanto riguarda i post dedicati al beauty, in modo da semplificare in un certo senso le cose.

A domani!

outfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and whiteoutfit black and white

Gonna: Zara

Cardigan: Zara

Maglia: Bershka

Cappello: Parfois

Anfibi: Dr.Martens

Ph: Andrea Mangoni  http://andreamangoniphoto.blogspot.it/