Articoli

Occhiaie addio! Quale correttore utilizzo quando voglio essere al top?

Le occhiaie, soprattutto per noi donne, sono qualcosa di veramente insopportabile. Cerchiamo di apparire sempre al meglio, che sia con più o meno trucco, ma quelle maledette non accennano a scomparire, pregiudicando inevitabilmente tutto il nostro look.

Io personalmente sono una delle molte donne, portatrici sane di questo problema, ho due figli, lavoro e dormo poco…e la conseguenza volente o nolente è questa!

Oggi vi spiego come cerco di camuffare questo inestetismo e quali prodotti utilizzo. Ho scoperto da qualche tempo un correttore di Mac, lo Studio Finish SPF 35.

Una volta trovato il colore perfetto per me, che è NC 42, ed averlo testato grazie ad un loro make-up artist ho deciso per l’investimento e mi sono convinta a provarlo.

Va detto che negli anni non ho mai avuto un ottimo rapporto con i correttori, quindi quando ho trovato la tonalità adatta a me, era abbastanza scontato procedere con l’acquisto! 

Non mi sono ancora pentita devo dire, perchè trovo che steso nel modo giusto, sia di una coprenza ed una texture perfetta. Lo evito peró in estate, perchè il viso lo trucco pochissimo e risulta troppo pesante sulla pelle.

Lo Studio finish costa 17,50 euro e contiente 7 grammi di prodotto, è molto cremoso come consistenza e l’ideale è stenderlo con le proprie dita dopo averlo scaldato un po’, picchiettandolo in modo omogeneo.

Io per non sbagliare non ho acquistato il singolo correttore, ma una vera e propria palette che contiente al suo interno 6 nuance. Si chiama Pro conceal and correct palette nella versione Medium deep.

occhiaie addioocchiaie addio

Contiene al suo interno ben 4 nuance di Studio finish concealer e 2 nuance di Studio finish corrector. Costa 42 euro ma la trovo davvero utile e completa per ogni necessità.

Una volta steso il correttore, ricordatevi sempre di fissarlo con una cipria e di non stenderne troppo in modo da evitare che con il tempo si formino dei grumi di prodotto nella zona.

A domani!

occhiaie addioocchiaie addioocchiaie addioocchiaie addioocchiaie addio

Acconciature capelli: Le trecce ed il loro lato romantico

Buongiorno!

Per prima cosa, per chi non ha avuto occasione di guardare la mia pagina facebook, ne approffitto per ringraziarvi nuovamente! Ieri la pagina ha superato i 1000 like ed anche qui nel sito siete davvero tantissimi. Grazie a tutti❤️

Ora dopo tutta questa premessa per me dovuta, non vi rompo ulteriormente con le mie smancerie e proseguo dritta dritta all’argomento che ho deciso di affrontare oggi. Parliamo di trecce:

In questo ultimo periodo soprattutto, a proposito di tendenze, le trecce rappresentano lo stile piú apprezzato in fatto di capelli, indipendentemente dalla tipologia di acconciatura che scegliate. Si perchè di trecce e di modi di farle ne esistono un infinità di tipologie anche se il risultato finale resta invariato: Un effetto romantico ma allo stesso tempo molto ricercato, e perché no, magari con pochi minuti di lavoro per ottenerlo!

Proprio cosí, alcune delle acconciature con treccia che vedrete nella gallery, sembrano molto piú complicate di ció che sono. In realtà basta imparare a prenderci un po’ la mano ed in soli 5 minuti anche voi potrete sfoggiare una di quelle treccie che normalmente vedete nelle passerelle e nei red carpet.

 

Questo non vale proprio per tutte ovviamente, alcune acconciature, quelle più complicate intendo, fanno invece parte di una categoria che va ad un livello di difficoltà molto più alto, e che normalmente solo un bravo hairstylist può ricreare. Un esempio su tutti sono quelle da sposa, ma ben venga che nel vostro gran giorno perdiate qualche ora per un acconciatura indimenticabile!

Mentre per la vita di tutti i giorni, bastano davvero 5/10 minuti ed un po’di manualità, per sembrare appena uscite dal parrucchiere.

Vi lascio alla gallery e ad alcuni mini tutorial fotografici che ho trovato sbirciardo online, fatene buon uso.

Alla prossima!

 

Un paio di jeans ed il gioco è fatto, quale modello scegliere però?

Il jeans, un capo irrinunciabile che ci salva in quasi tutte le situazioni, talmente versatile che può essere indossato sia in outfit casual, sia in outfit eleganti senza alcun problema.

Di modelli di jeans ne esistono molti, alcuni erano in voga molti anni fa e sono stati riproposti nell’ultima stagione, vedi Mom jeans ad esempio, mentre altri già da molto tempo fanno parte del nostro quotidiano, come ad esempio gli Skinny jeans che da quando sono usciti, non se ne sono mai andati dai nostri armadi.

Ma qual è la differenza fra i vari modelli?

Molte di noi ancora non conoscono del tutto le loro caratteristiche, quindi ho deciso di parlarne oggi in questo articolo e cercare così di capire quale modello è migliore o peggiore per un determinato fisico ed ovviamente cosa più importante, come vanno portati per dare risalto al nostro look.

Per non dilungarmi troppo, visto che modelli e varianti negli anni ne sono state proposte molteplici, oggi parliamo dei quattro modelli di jeans più conosciuti, più attuali e di conseguenza, più venduti!

BOYFRIEND JEANS:

Come dice la parola stessa, sono i jeans del “fidanzato”, prelevati direttamente dal suo armadio. Hanno un taglio prettamente maschile, con cavallo basso e gamba larga.

Essendo un modello tendente al largo, vi consiglio di indossarli con top o maglioncini abbastanza aderenti per non rischiare l’effetto troppo goffo, stanno perfettamente sia con scarpa bassa che con un bel tacco.

 

BOOTCUT JEANS:

E’ un modello che scende molto morbido, alla fine è solo leggermente svasato, la vita normalmente è regolare ed ha il pregio di avere un ottima vestibilità proprio perché non segna la figura ma anzi, esalta le forme.

Come abbigliamento si sposa bene un po’ con tutto, mentre per quanto riguarda la scarpa vi consiglio di puntare sul tacco per questo modello. (soprattutto se non siete altissime)

 

SKINNY JEANS:

Della serie: “più stretto è più femminile mi sento” inutile dire che sia il modello più acquistato degli ultimi anni, esalta moltissimo le nostre gambe e le curve. Ma attenzione, essendo spesso elasticizzati, il rischio “effetto insaccato” purtroppo è dietro l’angolo. Questo modello si adatta perfettamente ad con ogni tipo di scarpe ed abbigliamento, più versatili di così!

 

MOM JEANS:

Direttamente dagli anni ’80, ecco tornare alla ribalta i jeans delle mamme, quelli delle pubblicità americane, un nome su tutti?? ILevis modello 501. Vita alta e gamba molto dritta sono le loro caratteristiche principali.

Questo modello pur essendo comodo, non è cosi facile da portare come può sembrare, anzi, è adatto solo a chi ha  vita stretta ed un fisico longilineo.

 

E voi avete già il vostro modello del cuore?

Il mio l’ho scelto già da un po’, chi mi conosce un po’ di più di sicuro non ha dubbi al riguardo!

firma post

Pantaloni a culotte, come portarli.

Buongiorno!

Oggi ritorno con un nuovo post, finalmente è venerdì e la mia settimana un po’ incasinata sta per giungere al termine, e con la speranza che la prossima sia un po’ più tranquilla, inizio a parlarvi dell’argomento di oggi.

Un capo simbolo di quest’anno sono senza dubbio i pantaloni a culotte, quelli che arrivano al polpaccio (o alla caviglia) per intenderci, qualsiasi brand ne ha proposto almeno una variante, sembrano particolarmente difficili da abbinare ma in realtà non è proprio così, e se indossati nel modo giusto, donano al nostro outfit un che di romantico e particolare.

Possono essere indossati con le sneakers, le slip-on, un anfibio come faccio io nelle foto che seguono, sono talmente versatili che al tempo stesso sono perfetti con una scarpa con il tacco, potete indossarli con tronchetti, decolletè o come amo fare io (ovviamente non in inverno) con un bel paio di sandali, non prevedendo in questo caso l’uso di calze questa alternativa dovrà essere destinata unicamente ad una serata in discoteca o comunque in un locale. Altrimenti sarà l’outfit perfetto per la prossima primavera/estate visto che il trend di questi pantaloni a quanto sembra ci accompagnerà anche per tutto il prossimo anno.

Ma ora andiamo a vedere nello specifico le mie due proposte su come abbinare questo modello di pantalone, partiamo con quella senza dubbio più femminile.

pantaloni coulotte 5 pantaloni coulotte 7 pantaloni coulotte 8 pantaloni coulotte 9

 

Ed ora la proposta senza dubbio più comoda, in questo caso le ragazze un po’ più bassine devono fare un po’ di attenzione perché la scarpa bassa abbinata a questo modello tende ad accorciare ancora di più la gamba.

pantaloni coulotte pantaloni coulotte 4 pantaloni coulotte 3 pantaloni coulotte 2 pantaloni culotte fashion blog

 

OUTFIT 1:

Pantalone: ZARA

Sandalo: NEW LOOK

OUTFIT 2:

Maglioncino: STRADIVARIUS

Pantalone: STRADIVARIUS

Calza a pois: CALZEDONIA

Scarpa: DR. MARTENS